Foto di Daniele Barbieri  Daniele Barbieri  
 
 
 

Index 

Autopresentazione
Curriculum e pubblicazioni
Downloads
Blog Guardare e leggere
Blog di poesia
Blog 2004-2007
Valvoforme e valvocolori. Info.
I linguaggi del fumetto. Info.
Questioni di ritmo. Info.
Nel corso del testo. Info.
La nostra vita, e altro. Info
La linea inquieta. Info
VS 98-99. Info
L'ascolto musicale. Info
Breve storia della letteratura a fumetti. Info
Il pensiero disegnato. Info
Guardare e leggere. Info
Il linguaggio della poesia. Info

Corsi e formazione

 

Studioso di semiotica e teoria della comunicazione, progettista multimediale, docente...   

Ultimi post dal blog
Guardare e leggere

  • Copertine per Il Saggiatore di Giovanni Balilla Magistri

  • Da “Scuola di fumetto” n.93, 2014: Gipi, e le ambasce del creatore

  • Il percorso e le api. Analisi di un segmento poetico di Andrea Raos

  • Corto Maltese, lo straniero

  • Da Piet Mondrian a Chris Ware, la parabola del funzionalismo

  • La terra dei figli di Gipi, tra totem e tabù

  • Da “Scuola di fumetto” n.92, 2014: Bernard Krigstein e Master Race

  • Poesia sociale e poesia civile

  • Ancora sulla poesia civile

  • Esiste la poesia civile?

  • Della poesia come “negativo” e “nostalgia di reale”

  • Due parole sul Nobel a Dylan (e a Fo)

  • Immergersi nella pagina

  • I segni bianchi di Dino Battaglia

  • Da “Scuola di fumetto” n.91, 2014: Igort e Sinfonia a Bombay

  • Ancora una figura del mare

  • Settanta figure del mare

  • Caro Goscinny

  • Ancora filosofia da spiaggia (3)

  • Filosofia da spiaggia, il giorno dopo

  • Riflessioni da una spiaggia isolata di Kalymnos

  • Ripetizione rituale e sviluppo narrativo

  • Da “Scuola di fumetto” n.90, 2013: Mattotti e Fuochi

  • Sul linguaggio della poesia

  • Amelia Rosselli, l’io, l’avanguardia

  • Il suono delle cose del mondo nel fumetto

  • Lo straniamento e il DAMS, Pompeo e Andrea

  • Da “Scuola di fumetto” n.89, 2013: Muñoz, Sampayo e il Bar da Joe

  • 25 anni di Linguaggi del fumetto. Giornata di studi

  • Anelli di retroazione e interazioni compartecipative. Per una teoria del rapporto tra la poesia e il Web

  •  

    Ultimi post dal blog
    Ancora un altro me

  • Mettiamo che le parole

  • Replay: Barbablu

  • Di colpo

  • Replay: Cerco

  • Poeta civile

  • Replay: Alì Babà e i quaranta ladroni

  • Dentro

  • Replay: Due mondi

  • Replay: Cenerentola

  • Dentro il sogno

  • Replay: Come si spargono

  • Siamo così

  • Replay: Il soldatino di piombo

  • Del nostro

  • Replay: Odori

  •  

    È difficile presentarsi senza ostentarsi, ma in fondo un po' di cose le ho fatte. In un'altra pagina ho inserito un elenco dettagliato di tutte le cose che ho fatto e che ho pubblicato, e in fondo a questa pagina è possibile scaricare un breve curriculum vitae in forma ufficiale. Qui posso comunque raccontarmi più informalmente. 

     

       

    Ho una Laurea in Filosofia che risale ormai a tempi remoti e un Dottorato di Ricerca in Semiotica acquisito in epoche di poco più recenti. 

     

     

    Ho avuto passioni nel campo della filosofia del linguaggio, e qualcosa ho pubblicato anche in merito, ma il mio principale interesse è stato per molto tempo (ed evidentemente lo è ancora) la comunicazione visiva, con particolare riguardo per il fumetto, e per il graphic design. Perché mi sia occupato di fumetti lo si può capire leggendo il mio libro del 1991 I linguaggi del fumetto ma anche il libro che ho curato nel 2005 La linea inquieta. Nel 2009 ho pubblicato anche una Breve storia della letteratura a fumetti, seguita, nel 2010 da Il pensiero disegnato. Sul graphic design ho pubblicato, nel 2011, Guardare e leggere.

     

       
     

    Ho anche scritto una tesi di dottorato su questi argomenti, dal titolo Tempo, immagine, ritmo e racconto. Per una semiotica della temporalità nel testo a fumetti. Vi si parlava di tempo, e soprattutto di ritmo. Il tema del ritmo mi ha interessato talmente che ho continuato a lavorarci sopra in altri ambiti, producendo una ricerca per la RAI, sull'analisi dei programmi televisivi dal punto di vista del ritmo, pubblicata in un libro che si chiama Questioni di ritmo. L'analisi tensiva dei testi televisivi. Continuando in seguito a lavorare su questo tema, ho scritto un altro libro, più teorico e generale, ora pubblicato nella collana Studi di Bompiani, dal titolo Nel corso del testo. Una teoria della tensione e del ritmo.

     

       
     

    Dopo essermi laureato mi è accaduto di lavorare nel campo dell'informatica, inizialmente quasi per caso e poi con un impegno sempre maggiore. Così ho imparato a programmare in diversi linguaggi, e ho lavorato in situazioni piuttosto diverse tra loro. I miei interessi di logica e filosofia del linguaggio mi rendevano facile lavorare sui calcolatori. Tuttavia, quando ho vinto il posto al Dottorato di Ricerca, nel 1987, credevo che non avrei più lavorato su un computer se non come utente; e mi sbagliavo.

     

       
     

    Il progetto per una Guida multimediale alla storia della civiltà europea è partito nel 1991, mentre ancora stavo scrivendo la mia tesi di dottorato. E' entrato nella fase cruciale di realizzazione del prototipo il giorno dopo la consegna della tesi, e da allora ha accompagnato a lungo la mia vita con il nome di Encyclomedia, insieme all'azienda, Horizons Unlimited, fondata per realizzarlo.

     

       
     

    Ho insegnato anche all'Università, a Roma, a Scienze della Comunicazione, dove sono stato per due anni docente di Semiotica; e a Bologna, sia a Comunicazione che a Informatica e presso la SSLMIT di Forlì, ho inoltre tenuto corsi e seminari presso il Master in Editoria cartacea e multimediale diretto da Umberto Eco presso la SSSUB. A Urbino, all'ISIA, sono docente di Storia dell'Editoria Moderna e Contemporanea e Semiotica del Design ; e all'Università di Urbino ho insegnato la materia Laboratorio di analisi e progettazione di siti Web presso il Corso di Laurea Specialistica in Comunicazione e pubblicità per le organizzazioni.  Ho insegnato anche Storia della scrittura presso l'università SUPSI di Lugano. A tutt'oggi sono di ruolo presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna, dove insegno Metodologia progettuale della Comunicazione Visiva, Fenomenologia dell'immagine e Storia del fumetto. All'Università di San Marino insegno Semiotica degli artefatti.
    Ho lavorato per la RAI, dove, quando è nata RAISAT1, sono stato consulente per l'invenzione del palinsesto. 
    Sono responsabile del Fondo "Enrico Gregotti", nuovamente presso la SSSUB.

       
     

    Siccome tutto questo non mi basta, scrivo poesie. Ho pubblicato una raccolta presso l'editore Campanotto, e prima o poi ne uscirà anche un'altra.

    Vista così, riassunta in poche righe, la mia vita sembra abbastanza semplice. Al solito, è solo questione di prospettiva: vista da dentro, fa tutto un altro effetto. 


     
     

       
      Ecco che cosa contiene questo sito:    
      il mio curriculum vitae, in forma breve e in forma completa    


    la mia foto
    (foto Andrea Canducci)

    l'elenco delle mie pubblicazioni, a partire dai libri, seguiti dai saggi di carattere più teorico, da quelli dedicati al fumetto e in generale al visivo, e dagli articoli per quotidiani e riviste non specialistiche; ci sono anche le traduzioni e le cure    

     

    una sezione di testi scaricabili, con numerosi testi editi (ma introvabili) e inediti, sulla semiotica, sul fumetto e sul mondo;

    i link ai miei blog e alle pagine dove si presentano i miei libri (vedi sopra),
    e per adesso nient'altro.
     
     

       
     

    Per mandarmi saluti o altri messaggi cortesi (così come per segnalare malfunzionamenti o altro) scrivete a .

    Per spedizioni con posta tradizionale, usate il seguente indirizzo:

    Daniele Barbieri
    c/o SSSUB
    via Marsala 26
    40126 Bologna
    Italia

       

         Questa pagina è stata aggiornata l'ultima volta il 9 febbraio 2012